Giunta Salini: consensi record secondo Il Sole 24 Ore

Ivan Losio - mercoledý, 19 gennaio 2011

Massimiliano SaliniUn balzo nella crescita dei consensi, un’iniezione di fiducia per continuare nell’attività amministrativa. La Provincia di Cremona inizia il nuovo anno con un dato positivo: i cittadini del territorio gradiscono l’operato della Giunta Salini e sarebbero pronti a ridare la fiducia in caso di elezioni.
E’ questo il dato significativo che esce dal consueto appuntamento di “Governance Poll”, l’annuale sondaggio realizzato da Ipr-Marketing per Il Sole 24 Ore con l’intento di verificare il consenso degli amministratori locali. Un sondaggio che premia quest’anno in modo particolare l’Amministrazione provinciale di Cremona guidata dal presidente Massimiliano Salini. Non solo la Giunta Salini si attesta al 54,5% di gradimento dei cittadini della provincia di Cremona, ma si guadagna anche un posto nella sezione dei “record” messi in luce dal Sole 24 Ore: è infatti la Provincia che guadagna di più in Italia (+3,4%) rispetto al risultato elettorale (Salini ha vinto le amministrative del giugno 2009 con il 51,06% dei consensi). Una crescita che è stata sottolineata anche da “Più”, il settimanale del quotidiano La Provincia, nel consueto appuntamento del “borsino” dedicato ai personaggi che salgono e che scendono.
Per quanto riguarda il contenuto, ai cittadini interrogati dal sondaggio, come spiega Il Sole 24 Ore, sulla base di un “giudizio complessivo sull’operato del Presidente della Provincia nell’arco del 2010”, veniva rivolta la domanda: “Se domani ci fossero le elezioni provinciali, lei voterebbe a favore o contro l’attuale presidente di Provincia?”. Il 54,5% si è espresso a favore.

Il commento
“Il dato, sicuramente importante, porta come unica conseguenza quella di sentire ancor più forte il peso della responsabilità di non tradire la fiducia dei cittadini”: questo il commento del presidente della Provincia Massimiliano Salini. “Naturalmente i sondaggi non devono essere presi alla lettera, e un margine di errore è sempre da tenere in considerazione. Ciò detto, è però positivo che i cittadini apprezzino l’operato dell’Amministrazione provinciale, e questo è un merito che va diviso equamente fra tutti gli assessori della Giunta. Ed è anche un’iniezione di fiducia al termine di un anno che è stato difficile, a causa della riduzione dei trasferimenti statali che ha portato a una minore capacità di azione delle amministrazioni locali. Ora guardiamo al 2011 con la preoccupazione di riuscire a trovare soluzioni per le gravi difficoltà in termini di lavoro e occupazione che la nostra provincia dovrà affrontare ancora nei prossimi mesi. Quella è stata e resterà l’azione principale su cui concentrare i nostri sforzi: reagire alla crisi e cercare, dove possibile, occasioni di sviluppo”.